L’IOT per il DESIGN ? …. si può FARE !!!

Abbiamo appena visto il Salone del Mobile a Milano e il successo che avuto in tutta la città anche per le numerose iniziative in mostra al cosiddetto Fuori Salone sparse in molte aree che hanno favorito la crescita di una vitalità urbana sempre più ricca anche di stranieri da ogni parte del mondo.

Bene, ma che c’entra con IOT ?

L’ IOT è ancora alle prime esperienze nel campo del design e del settore del mobile, tuttavia una esperienza interessante, che mi pregio di raccontare anche perché realizzata con il contributo della società IOTEAM di cui ho l’onore di essere socio, è stata presentata il 5 Aprile presso il FAB LAB Opendot in via Tertulliano.

Si tratta del divano LIFT BIT ideato dallo studio di design Carlo Ratti, noto designer italiano che tra l’altro guida un laboratorio smartcity presso l’ M.I.T.

Il divano è molto particolare non solo per il suo “design” come da norma, ma perché dotato di una funzione originale e unica alla data: può cambiare forma !

Si il LIFT BIT nasce proprio da un nuovo concetto di sofà a forma variabile, a piacimento dall’utente, secondo le esigenze mutevoli nel tempo.

Ciò è reso possibile dalla architettura stessa del divano, composto da un insieme di moduli esagonali saldamente accostati e collegati tra loro per rendere il tutto un corpo unico, ma…. ogni modulo è dotato di un azionamento che consente di variarne l’altezza. In tal modo la configurazione dell’intera composizione è modificabile a piacimento secondo le esigenze, creando sedie, poltrone, aree di riposo di varia dimensione e configurazioni tridimensionale di fantasia adatte ad ogni circostanza.

Ecco quindi che il divano prende forma grazie ad una APP che consente agevolmente di decidere con un clik la configurazione desiderata e magicamente il divano si riposiziona come richiesto.

La parte nascosta rappresenta il cuore tecnologico della soluzione: si tratta di una scheda a microprocessore progettata allo scopo, con a bordo una tecnologia wireless molto affidabile: la tecnologia DUST di Linear Technology.

Il divano, progettato e sviluppato  con il supporto di Vitra è stato presentato come prototipo a “Stanze. Altre filosofie dell’abitare”, una mostra organizzata dal Salone del Mobile di Milano nella cornice della XXI Triennale (Milano, 2 Aprile – 12 Settembre 2016).Quindi  la società DOTDOTDOT ha realizzato il primo prototipo utilizzano una modulo Arduino per controllare il funzionamento, un intrigo di fili elettrici e molta pazienza.

La soluzione presentata al fuori Salone è la pre serie di produzione che monta una scheda completamente ingegnerizzata da IOTEAM per rendere il controllo completamente wireless, eliminare i fili e semplificare l’installazione e l’utilizzo.

La scheda è stata descritta anche sulla rivista Elettronica In N. 214 di Aprile   e rimando quindi ad essa per eventuali dettagli tecnici.

Di seguito alcune immagini della presentazione del LIFT BIT presso Opendot che ha avuto l’introduzione di Alessandro Masserdotti , Presidente di Opendot e cofondatore di Dotdotdot, di Carlo Ratti in persona che ha tra l’altro descritto la visione prospettica del design innovativo del prossimo periodo e l’intervento di Massimo Banzi che ha sottolineato come la disponibilità di Arduino consenta oggi  praticamente a tutti di poter concretizzare con poco sforzo un prototipo della propria idea innovativa, qualunque essa sia.

Quindi … diamo vita ai nostri mobili !

LIFT BIT presentato al fuori Salone presso Opendot
La scheda IOTEAM per ogni modulo LifBit
Carlo Ratti e Massimo Banzi alla presentazione del LIFT BIT

 

www.ioteam.it